venerdì 12 agosto 2005

Lettera alla tua famiglia


Vittorino Andreoli - Lettera alla tua famiglia



Un viaggio nel cuore dei nostri affetti La famiglia è come un ensemble musicale. Ciascuno strumento segue la propria voce, ma è solo dall'armonia del loro intreccio che scaturisce la musica e prende vita la partitura. È a questo insieme che Vittorino Andreoli rivolge, con la consueta passione, la sua lettera, una lettera che è prima di tutto un invito a rinunciare alla passività e a vincere la paura. La vita familiare, quando si fonda sulla paura, può generare conflitti, lacerazioni e ferite difficili da rimarginare. Ma se è arpeggiata sulle corde dei sentimenti diventa la fonte primaria di energia, uno strumento di libertà, il luogo dove ciascuno è chiamato a esprimere le proprie differenze in nome della ricchezza di tutti. In questo libro Andreoli ci conduce lungo le strade che percorriamo ogni giorno, dal risveglio affrettato e spesso già stanco fino al ritorno a casa la sera, dopo aver affrontato le sfide del mondo. Nelle piccole come nelle grandi esperienze, nella cena quotidiana come nella generazione dei figli, il suo sguardo affettuoso ed esperto si sofferma su quelli che possono apparire semplici dettagli ma che in realtà costituiscono la trama della melodia: la coloritura degli affetti. Sempre tese a cercare il significato più profondo delle relazioni, queste pagine evocano il dialogo ma rispettano il silenzio, parlano di dolore e insieme celebrano la gioia. E chiamano ogni membro della famiglia - mariti e mogli, padri e madri, figli, nonni, zii, - a mettersi in gioco, a considerare le conseguenze che hanno parole e gesti sugli altri familiari, a riflettere con serenità sul senso intorno al quale ruota il loro progetto comune. Perché solo accettando di aver bisogno degli altri possiamo essere veramente noi stessi.
Posta un commento