lunedì 28 novembre 2005

Via del Commercio


Via del Commercio,
novantacinque scalini, ingresso, camera da letto, cucina, bagno e salotto facente uso di camera mia o viceversa non so.
Domenica scorsa ho sognato di ritornarci dentro.
E' completamente ristrutturata le stanze appaiono ingrandite, nel salotto c'è lo spazio per larghi divani, tendaggi abbondanti, separèe colorati. Tutto appare diverso anche in cucina e così nelle altre stanze. Solo dalle ampie porte finestre la prospettiva non è cambiata e le stanze sono sempre illuminate dalla luce. Ma io mi lamento il lavoro di rifinitura ai muri non mi piace, ci sono difetti nella stesura della tappezzeria, il battiscopa non è di mio gradimento.
Con me ci sono Dario e Marianna che mi accompagnano in questo sopralluogo; poi rimango solo, allora posso esprimere il mio vero stato d'animo e piango come davanti a qualcosa che si è perso per sempre, che è cambiato e non ritornerà più, la casa che io ho in mente e fa da riferimento a tutti i miei ricordi non può essere questa, così ampia, così rinnnovata e arricchita. Ho nostalgia dell'altra perchè contiene la mia storia.

(sogno domenica 27/11)
Posta un commento