mercoledì 1 novembre 2006

Pronti, al posto, via

Pronti al posto via!

E' la classica formula che avvia ogni competizione sportiva.
Da ragazzo ho partecipato a gare su strada, con grande soddisfazione ma scarsissimi risultati.
In allenamento andava anche bene, viaggiavo insieme al resto della squadra e sembravo in grado di reggere il ritmo.
In gara mi tremavano le gambe in modo plateale e quando mi riprendevo ero già in fondo al gruppo sgranato.
La gara più lunga che ho disputato è stata una corsa in salita da Imperia al monte Faudo.
La ricordo per vari motivi tra cui appunto per via del momento fatidico della partenza.
I concorrenti erano ammucchiati in varie file dietro la striscia bianca tenuta tesa da due giudici.
C'erano altleti di tutte le età, dai ragazzi agli oltre sessantenni. Davanti allineati più ordinatamente quelli che gareggiavano per la vittoria, più indietro gli amatori.

E' il momento: "Pronti al posto via!".

Ed io dove sono?

In un angolo, contro un cancello, a fare la pipì, un po' imbarazzato.
Mi risistemo quello che c'è da sistemare e scatto anch'io; il gruppo è già tutto sfilato lontano almeno cinquanta metri.
La strada da percorrere era lunga, diciotto chilometri; quella volta feci in tempo a recuperare qualche posizione e arrivai 103esimo su oltre duecento partecipanti.
Posta un commento