mercoledì 24 gennaio 2007

Acqua che scorre

(Sogno del 23/1)

Ha smesso di piovere. Da quello che vedo intorno, dev'essere stata una pioggia torrenziale di una durata e portata eccezionale.
L' acqua scorre copiosa, attraversa disordinatamente il prato, si inventa percorsi verso valle aggirando gli alberi da frutto o dilagando dove la pendenza si riduce, forma improvvisati laghetti dove un un muro ostacola il suo avanzare e poi tracima e riprende a scappare più in basso.

Due fuoristrada irrompono nel prato, si fanno largo fra gli alberi, affondano nella terra trasformandola in poltiglia, ripartono sgommando e schizzando pietre, acqua e fango.
Girano intorno una due, tre volte segnando solchi nel terreno come fosse una pista da cross. Poi terminato l'inspiegabile e distruttivo raid abbandonano il posto, come una banda di teppisti in una strada di periferia.

Ma l'acqua che si è accumulata nei monti continua a scendere senza sosta. Ora che ha trovato nuove configurazioni sul terreno, sembra riprendere con vigore il suo lavoro di modellatura. Passa e arrotonda i segni dei pneumatici. Passa e trascina a valle i cumuli di terra. Passa e cancella le ferite causate dalla prepotenza.

E' uno scorrere che trasforma, con la tenacia che solo l'acqua sa avere. Il terreno cambia aspetto. Affiorano solide rocce sottostanti che sembrano formare muretti naturali. Si scoprono strati di larghe e sottili pietre sovrapposte simili a libretti, sepolti, ingrigiti.
Spuntano i segni di un vecchio sentiero di pietre, opera di antica fattura.
L' acqua porta via ogni aggiunta del tempo e svela un mondo arcano, dimenticato, che aspettava di venire fuori.

Si chiama qualcuno a vedere la novità.


Ancora acqua, ancora pioggia. Il flusso della vita: acqua come spiritualità, acqua come emozioni, acqua che fa cambiare, acqua che trasforma, acqua che fa riscoprire...

Cliccando Poesie dell'acqua si trovano bellissime immagini e poesie sull'acqua.
Fra tutte ne copio una tratta da un canto popolare

L'ACQUA È VITA

Acqua siamo noi
dall'antiche sorgenti veniamo,
fiumi siamo noi
se i ruscelli si danno una mano,
acqua siamo noi
se i torrenti si mettono insieme,
vita nuova c'è
se l'acqua è in mezzo a noi.


Posta un commento