lunedì 24 settembre 2007

Incertezza

Eì una giornata che si preannuncia con un cielo azzurro elettrico e l'aria tersa.
Di buon mattino sono già sul molo dove intendo trascorrere qualche ora in compagnia di un avvincente libro, sotto il sole che abbronza.
Non c'è ancora nessuno, posso scegliere il posto migliore!
Sì, qui può andare bene. Qualche minuto e decido di spostarmi in un'altra posizione.
Cominciano ad arrivare persone.
Mi sposto ancora, non sono sicuro di avere sfruttato al meglio la possibilità di scegliere dove sistemermi.
Individuo dall'altra parte un buon sito, mi alzo e vado in quella direzione. Purtroppo qualcuno arriva prima di me. Rimango lì fermo, a qualche metro, a rimuginare con disappunto la mia poca prontezza.
Poi mi giro per tornare al mio posto ma oramai anche quello è occupato. Mi rendo conto che devo prendere velocemente una decisione, sono rimaste ormai poche zone libere a altra gente continua ad arrivare.
Mi affretto verso una sporgenza. Eccomi ci sono. Questo posto l'ho conquistato.
Sono effettivamente un po' stretto fra una grassa signora e un bambino invadente, ma riprendo in mano la lettura appena iniziata e provo a concentrarmi.
Un senso di fastidio mi pervade. Improvvisamente mi rendo conto che, il sole, ancora basso ad est è già sparito. Sono completamente in ombra.
Mi alzo, scuoto la fastidiosa sabbia che mi ha riempito una scarpa e me ne vado.

(sogno 20/9)

Qualcosa del genere mi è successo nella vita reale, al cinema.
MariaTeresa ed io, siamo andati a vedere Cento Chiodi di Olmi, in un piccolo cinema d'essai. Siamo entrati con qualche minuto d'anticipo e con stupore abbiamo scoperto che c'eravamo solo noi.
Abbiamo valutato dove sederci con grande calma e poi ci siamo predisposti ad una visione privata, già un po' sparapanzati.
A pochissimi minuti dall'inizio della proiezione è arrivata una nuova coppia di persone, poi ancora un'altra che si è piazzata proprio davanti a noi...
Ci siamo spostati, nel frattempo una coda di persone ininterrotta è andata riempiendo la sala e morale della favola...ho visto il film da una posizione laterale con la testa e il corpo piegati a cercare un varco visibile verso il grande schermo!
Posta un commento