martedì 19 febbraio 2008

Quando non c'erano i computer, io giocavo così

Oggi si può simulare la guida di una vettura di Formula Uno e disputare un Gran Premio Virtuale.
Quando ero ragazzino mi arrangiavo con un po' di fantasia.
Su un largo tavolo disponevo dei libri in maniera che il vuoto lasciato formasse una pista. Alternavo rettilinei, curve (dalle strane curve ad angolo retto) e tornanti. Con un po' di cartone e scotch potevo anche aggiunge una salita e una discesa.
Naturalmente occorrevano le macchine per gareggiare. Mi ero costruito dei bolidi a trazione "biccellata" (vedi figura).
La biccellata consiste nell'imprimere un colpo con il dito indice alla parte posteriore della figurina.
Con questo tipo di tecnica riuscivo anche a giocare partite di calcio, corse di atletica leggera, e così via: una vera Olimpiade.
Sull'imparzialità dei vincitori, meglio non indagare.

[Fare click sulla figura per ingrandirla e vedere i nomi dei piloti]
Posta un commento