lunedì 2 febbraio 2009

Il Dubbio

Il dubbio è "male"?
Ad un estremo c'è il partito delle certezze. Per esempio tra i credenti può capitare di sentir dire "la fede autentica non deve avere incertezze non deve essere intaccata dal dubbio", e sulla stessa onda gli ormai famosi manifesti dell' associazione Atei che con pretesa scientifica annunciano: "...Dio non esiste".
All'altro estremo il partito dell'incertezza. Il dubbio che diventa strategia di vita, condizione permanente e caratteristica.

La verità è che per molti, spesso Dio è silenzio e oscurità. Un silenzio liscio e ripido come una parete di roccia, ma non per questo è contrario alla fede.
Il contrario della fede è indifferenza, rassegnazione, pigrizia mentale.

Forse solo all'ultimo giorno di questa vita ci potrà essere concesso di rivolgerci a Dio con le parole di Giobbe "Io ti conoscevo per sentito dire, ma ora i miei occhi ti vedono".

Qualcuno potrebbe voler aggiungere e se invece...non dovesse esserci niente?
Beh rimane comunque la testimonianza di aver vissuto una vita alla ricerca della verità, di aver lottato per valori etici e sociali che contribuiscono a migliorare l'umanità, di aver lasciato un positivo ricordo di sé ai propri figli, nipoti e amici.

(alcune frasi sono tratte da "L'alfabeto della coppia" Luigi Ghia LDC)
Posta un commento