domenica 19 luglio 2009

Flussi e riflussi

Quando meno te lo aspetti come un flusso e un riflusso ritorna un episodio di tanti anni fa.


1979, Francesco vuole incidere un disco con le sue ultime canzoni e mi chiede di partecipare insieme a Guido Licastro, Fabio Cartasegna, Michele Gatti.
Ci ha ascoltati suonare dal vivo e gli piace il nostro stile "progressivo" ma anche un po' folk, un po' rock, un po' jazz.
E così parte l'avventura in sala di registrazione. Per noi che eravamo abituati a suonare dal vivo è un vero salto di mentalità. Un'esperienza bellissima ed entusiasmante.
Per noi, i testi di Francesco non erano del tutto condivisibili, ma ne rispettavamo la purezza rivoluzionaria; il nostro compito era quello di identificare il miglior arrangiamento musicale per valorizzare il contenuto espressivo e sostenere la voce, forse un po' grezza ma istintiva e volutamente operaia.
Riascoltando i pezzi dopo 30 anni, mi sono emozionato e un po' commosso perchè il sound mi sembra ancora valido, e potrebbe essere considerato un buon esempio della sensibilità musicale degli anni 70'. C'è personalità, affiatamento, creatività, tecnica quanto basta.


Testi e musica: Francesco Currà
Arrangiamenti, tastiera, chitarra: Guido Licastro
Flauto: Enzo Trichini
Chitarra elettrica e basso: Fabio Cartasegna
Batteria: Michele Gatti

Per eventuali patiti del progressive: si può acquistare su E-Bay -FLUSSI E RIFLUSSI (qui il link)
Bellissima la Recensione di Saverio de Chiara
Posta un commento