martedì 15 giugno 2010

Viaggiare leggeri, breve spiegazione

  • La scala che sale è stretta, va affrontata da soli (ci sono cose che non si possono fare insieme).
  • Non ci sono appoggi, bisogna stare in equilibrio con le proprie gambe.
  • E' ripida, quindi bisogna impegnarsi, valutare le proprie forze.
  • E' dritta, porta alla meta, l'obiettivo non è contorto.
  • L'arrivo è ai piedi di una croce: qui non significa sofferenza o dolore ma piuttosto il punto in cui terra e cielo si uniscono (la sofferenza e il dolore ce l'ha già messa a nome di tutti l'inquilino).
  • Nel punto della croce visibile e invisibile, umano e divino trovano un punto di contatto.
  • E' una croce di pietra, resiste al tempo, i risultati sono stabili.
  • E' inquadrata dal basso all'alto: piedi a terra occhi al cielo.
Posta un commento