domenica 19 febbraio 2012

Chi decide quando è il momento di parlare di paradiso

Una volta ci si lamentava perché i cristiani si occupavano solo dell'aldilà; ora sembra che  sia una colpa occuparsi di corruzione, di economia, di governo dei popoli, di attualità, di socialità e solidarietà.
Non è così: non dobbiamo smettere di guardare e parlare del paradiso ma il paradiso si costruisce da ora, in questa società, in questo pianeta, in questo contesto storico e sociale.
Ci mancherebbe altro che i giornali cattolici smettessero di occuparsi di politica, cioè del governo della relazione fra gli uomini.

E' un po' che voglio farlo ma questa strampalata predicozza sanremese mi ha convinto: mi abbono a Famiglia Cristiana!
Posta un commento