sabato 23 giugno 2012

Pau, buttiamo via le cose vecchie che ci ingombrano.

Nelle strade e nella spiaggia qui accanto scoppiano mortaretti, petardi e fuochi d'artificio. San Giovanni si porta via rumorosamente le cose vecchie; ma non mi lamentero' del rumore questa notte. E' nato Pau, che in italiano sarebbe Paolo. Ma Pau in catalano e'  un nome dolcissimo e la parola significa anche 'PACE'.
Una giornata di emozioni alle stelle. L'avevo detto che questo anno sarebbe stato speciale con la certezza che nella mia vita l'avrei ricordato non per aver perso  un posto di lavoro ma per aver guadagnato il primo nipotino.
Domani riparto per Genova con la sensazione che i fuochi d'artificio sono solo la parte visibile di quello che ho provato e condiviso con Maria Teresa in questi giorni e che la vita mi offre un'altra occasione per buttare via le cose vecchie che ingombrano dentro. Se non ci riusciro' ci avro' almeno provato.
Naturalmente ho scattato qualche foto....bambino bellissimo...tutto uguale a nonno Enzo, vero? [ To paria']





mercoledì 6 giugno 2012

I sogni che mi ha regalato Ray

Notizia di oggi: è morto Ray Bradbury famoso scrittore di libri di fantascienza fra cui i famosi 

"Cronache marziane" e "Fahrenheit  451".

Uno scrittore quasi mitico della mia gioventù. Ho letto e riletto i due romanzi decine di volte. Il mondo senza libri dove i pompieri cercano e bruciano gli ultimi libri, ma soprattutto l'epopea della conquista di Marte, il contatto con civiltà aliene, il precipitoso ritorno sulla terra e tanti spunti di riflessione per capire il valore del "bene" e del "male" dove al di là di secondarie considerazioni relative, ci sono valori assoluti.
Ne ho parlato in un mio post del novembre 2005 intitolato, appunto, "Cronache Marziane" 



Mi piacerebbe rivedere la serie televisiva trasmessa dalla RAI nei anni ottanta - se la ricorda mia figlia che allora avrà avuto più o meno quattro anni perché nonostante fosse veramente innocua lei ne era nascostamente spaventata.
So anche che esiste una versione "americana", chissà...


Ciao Ray, grazie per i sogni ad occhi aperti che mi hai regalato.

domenica 3 giugno 2012

Dai buchi dell'Aventino

Santa Sabina ospita i Domenicani, in cima all'Aventino, una Chiesa che ti affascina per la sua semplicità e per la luce. Ma io non ho resistito a guardare dal buco che porticato...
Il chiostro del monastero; una volta  si sbirciava da dentro a fuori, ora le parti si sono invertite.   

Poco oltre ci sono i Cavalieri di Malta. Naturalmente è tutto chiuso, devono custodire inenarrabili segreti!
Ma un grande portone chiuso ha pur sempre una serratura...
..ora guardo anch'io

Non basta, bisogna allungare l'occhio oltre la luce che illumina il tramonto

San Pietro! Tutto sotto controllo.

sabato 2 giugno 2012

La parata della discordia

Ho letto con un po' di sconcerto delle polemiche su questa parata del 2 Giugno. Far credere che gli sprechi dell'Italia siano su questa manifestazione mi sembra solo il sintomo della nostra incapacità a serrare le fila e dare una svolta insieme.












Questo è la mia prospettiva, in tutti i sensi.

Voglia di arrendersi?

Viene mai voglia di arrendersi? Di pensare che il mondo è un posto inospitale?
Vedere per tirarsi su il morale.



Un video racconta la gara di uno studente della Colonial Hills Elementary School di Worthington (Ohio) che partecipa alla 400 metri di corsa nonostante sia affetto da una paralisi cerebrale spastica. Le immagini mostrano a lungo Matt che corre da solo, con grande coraggio, dopo essere rimasto ultimo in gara. Poi gli altri allievi della scuola si accorgono della sua impresa. E il finale è da brividi scandito da un grido collettivo: ''Let's go Matt, let's go''


Repubblica TV 2 Giugno