martedì 2 aprile 2013

Cosa si può fare in Ventisette giorni di Governo

Ho aperto il libro quando il Freccia-Bianca delle 19.07 doveva ancora partire da Genova.
 "La rivoluzione della luna" di Andrea Camilleri.
A parte una breve interruzione per mangiare qualcosa in fretta, l'ho richiuso quando dal treno già si vedevano le indicazioni della stazione di Roma-Termini. 
Mi sono precipitato a casa  e non ho spento la luce finché la storia (vera ma romanzata) di donna Eleonora, Viceré di Spagna nella Sicilia del Seicento non è giunta al termine.

"Giru di luna fu lu regnu tò, ma fici di la notti jornu chiaro".


Oggi per associazione di idee mi è venuta in mente la storia di Vittoria Colonna figlia del Viceré Marcantonio Colonna e poi moglie di Henriquez-Cabrera conte di Modica. Rimasta vedova governò la Contea di Modica fino alla maggiore età del figlio.
Fu lei che nel 1606, per risanare una situazione economica disastrosa, ottenne il permesso e fece edificare la nuova Kamarina, che prese il nome di Vittoria. Chissà quante storie si potrebbero raccontare....

Oggi ho zumato con Google-Maps nelle strade di una Vittoria baciata dal sole e... il risultato è che, dopo veloce consultazione di coppia, stasera ho prenotato il volo e l'autonoleggio per quest'estate  ...che nostalgia delle mie radici!


A proposito, se lo sapessero i nostri politici quante cose ottime si potrebbero fare in ventisette giorni di governo...

Nessun commento :