mercoledì 23 ottobre 2013

Il colore della vendetta.

Brevissimo racconto di... ehm, l'ho scritto io.

Lentamente i pensieri del giorno defluiscono lasciando spazio ad altre immagini più sfumate, quelle che precedono il sonno.
Zzzz
C'è ancora bisogno di qualche respiro lungo, quello necessario a trovare quell'equilibrio interiore che consente di regolarizzare il respiro; ancora il tempo per spostare la mano in una posizione....

"Zzzz?"
Come sarebbe a dire: Zzzz?

Mi tiro su dal letto di scatto e accendo la luce del comodino; ora sono completamente sveglio, con un stato d'animo fra lo sconcerto e  l'apprensione.

E' il 22 Ottobre, cosa ci fa una dannata zanzara nella mia camera?
Salto giù dal letto. La caccia è aperta.
Ci metto poco tempo ad individuarla sulla parete, là sopra la mia testa. Mi armo di bombe termonucleari e mi avvicino. 
La vedo bene: piccola snella e soprattutto sveglia; non mi dà il tempo di avvicinarmi che è già sparita.

I dieci minuti successivi sono un'inutile appostamento fatto di movimenti della braccia scoordinati, che avrebbero lo scopo di farla tornare in volo, e momenti di immobilità per spingerla a uscire allo scoperto. 
Purtroppo il "drone" nemico sembra sparito; non mi resta che cospargermi di "Off" nella testa, nelle orecchie, nel collo, nelle mani. Mi rimetto a letto con uno sgradevole odore di citronella che mi circonda.
Comunque sono salvo, penso.

Ore 2.33
Un fastidiosissimo prurito al polso mi risveglia. Ci siamo. La Dannata ha banchettato!
In breve, anche se istupidito dal sonno sono di nuovo in piedi. 

Eccola la vedo di nuovo. Il bersaglio è nel muro destro; altezza un metro e venti da terra; distanza un metro e cinquanta. Perfetto!
Afferro saldamente la ciabatta a neutroni disintegranti (Decathon euro 6) e mi avvicino.

Non avere fretta, mi dico, mentre avanzo lentamente con l'arma devastatrice impugnata e salda nella mano destra.
Venti centimetri dal contatto.
Ciaff!
Un solo colpo e sul muro appare una piccola macchia nera.
...
...
Nera?
Con aria affranta giro la testa a destra e sinistra. "Dove sei dannata zanzara? E' il rosso il colore che sto cercando per la mia vendetta.

Posta un commento