domenica 17 maggio 2015

L'avventura di ogni giorno

Domenica sera. 
Mentre aspetto che il treno per Roma parta dalla stazione di Genova, mi ritrovo fra le mani questa preghiera di non so chi, che condivido con chi passa da questa pagina, sperando che  queste parole provochino in lui o in lei la stessa risonanza interna che ho provato io. 

L'avventura di ogni giorno:

Signore, 
Il sole è sorto
e mi metti in mano
Un'esperienza nuova.
Sarà bella? Sarà noiosa?
Sarà utile?
Non lo so ancora.
Però sono certo
che molto dipenda da me.
Questo fammelo capire...
Perché spesso rischio
di aspettarmi tutto dagli altri,
tutto da me.
Fammi sentire responsabile
di quello che faccio.
Tu che hai creato l'uomo
senza chiedergli il permesso
Ti sei però subito legato le mani
e non gli puoi fare niente 
se non lo vuole.
Signore,
aiutami a spalancare gli occhi
per vedere dove mi trovo
e chi avrò vicino.
Signore,
aiutami a drizzare bene le orecchie
per raccogliere tutte le voci
che la vita mi invia
e rispondere con coraggio
e fantasia.
Posta un commento