venerdì 2 febbraio 2007

Vivere con Lentezza

Vivere con lentezza.
Eccomi col sedere per terra. Lo potrei "dar da bere" solo a chi non mi conosce che io ne sono capace. Anche se negli ultimi anni, l'ansia di fare presto e di arrivare primo è calata, ho la consapevolezza di avere ancora molti margini di miglioramento.

C'è una associazione con questi fini (link al sito):

"L'Arte di Vivere con Lentezza non propone filtri magici nè soluzioni a tutti mali, ma ci accoglie e ci invita a riflettere sui tempi giusti. L'obiettivo è riappropriarsi del tempo, gustarlo e renderlo più utile, perchè vivere con lentezza non significa oziare, ma trovare un equilibrio. Nella fretta del quotidiano perdiamo la capacità di concentrarci su ciò che stiamo facendo ora e di goderne. Dedicare tempo alla lentezza significa essere più efficienti quando è necessario, meno stressati e in grado di produrre di più".

Naturalmente mi viene in mente il motto africano: "Voi avete l'orologio, noi il tempo"

Molto interessante la pagina con la recensione di libri che pur affrontando argomenti fra loro differenti hanno in comune l'obiettivo di rivalutare l'uso del tempo.
La prossima iniziativa è la

GIORNATA DELLA LENTEZZA

19 FEBBRAIO 2007


Rallentare per vivere meglio e gustare la vita, il lavoro, i rapporti umani.

“La giornata è dedicata a quanti hanno la prepotente sensazione che il mondo giri troppo in fretta per rimanervi in equilibrio; un equilibrio che diventa sempre più precario per chi vive e lavora nelle nostre città, assecondando tempi tiranni con sforzi disumani”, dichiara Bruno Contigiani, presidente dell’Associazione L’Arte del Vivere con Lentezza (www.vivereconlentezza.it). “Non è necessario fermare il mondo e cercare di scendere: rallentare e riappropriarci del nostro tempo è possibile partendo da gesti anche piccolissimi del quotidiano, cosa che proponiamo di iniziare a fare dal prossimo 19 febbraio alle persone che riconoscono nell’affanno la regola delle proprie giornate”.

Aderisco a questa iniziativa.




Posta un commento