domenica 7 aprile 2013

Dove stanno andando - la visita

Finalmente è arrivato il momento di visitare la mostra sul cammino di Pietro a Castel Sant'Angelo.
Dove stanno andando? mi chiedevo un paio di mesi fa imbattendomi nelle facce di Giovanni e Pietro.
La visita è stata all'altezza delle aspettative e le risposte anche.

Riporto qui alcuni passaggi delle didascalie che accompagnano le stanze dedicate al percorso di Pietro.

Pellegrini sui passi di Pietro
Chi era Pietro? Uomo di carattere impulsivo, irruente, certamente generoso, era di età non molto distante da quella di Gesù, nativo di Betsaida, in Galilea, sulle sponde orientali del lago di Tiberiade, figlio di una famiglia di pescatori – suo padre si chiamava Giovanni –. Prima di incontrare Gesù si chiamava Simone: in ebraico è un nome che significa “colui che ascolta, il discepolo”. Nel suo primo nome c’era il suo destino, nel suo nuovo nome ci sarà la sua missione.


Incontro
La fede non è una convinzione maturata ragionando: è la risposta ad un avvenimento.
Nella partita tra Dio e l’uomo, Dio gioca la prima mossa, rendendosi in diversi modi presente.
La fede consiste dunque anzitutto in un incontro personale.
La fede è un’esperienza altamente drammatica, perché costringe a misurarsi continuamente col proprio limite e a non averne paura.


Stupore
La fede consiste in uno sguardo di meraviglia...ma Simon Pietro è anche incostante e timoroso nei momenti cruciali. Come può essere costui la roccia della fede? L’avventura del pescatore di Galilea, con le sue intuizioni e le sue cadute, chiarisce che la fede non è una qualità della carne e del sangue – cioè il risultato del valore di un uomo, un vanto da esibire con arroganza – ma un dono ricevuto.

Resistenza
Anche il credente può sperimentare l’incredulità. Anche il non credente può desiderare la fede.


Crisi e Rinascita
Pietro corre alla tomba insieme a Giovanni, sconvolto e confuso.

Abbandono in Dio
...perché quando sembra che tutto prosperi, non è detto che sia davvero così. E quando sembra che tutto rovini, non è detto che sia davvero così.

Somiglianza
È impressionante come, dopo tutta la storia di affiatamento e sgretolamento, di esaltazione e di umiliazione gli Atti degli Apostoli mostrino la trasformazione di Pietro, che diventa sempre più simile a Cristo:  Pietro sembra Cristo. Ciò è vero fino alla consumazione conclusiva, fino all'immedesimazione totale, fisica.












Posta un commento