giovedì 11 ottobre 2007

La casa

I due sposi entrano nella casa che hanno appena acquistato.
Una intensa luce proviene dalla finestra del salone. Corrono ad affacciarsi, a dilatare il loro cuore di fronte al panorama di alberi verduriosi, di colline dolcevoli e di un placido fiume che scorre nelle vicinanze.
Dall'altra parte si apre una porta che conduce nell'orto dietro la casa, dove, accovacciato al sole, un gatto sonnecchia mentre una pecorella bruca ciuffi di erba rigogliosi.
Nella stanza degli ospiti due letti a castello sono già montati per accogliere gli amici che vorranno trascorrere il fine settimana con loro.
Questa casa è una meraviglia, è un sogno divenuto realtà, è...
Una leggera vibrazione interrompe i loro pensieri. Un tremito crescente sotto i loro piedi. Barcollando tornano ad affacciarsi alla finestra.
Lo stupore è di molto superiore al panico: l'orizzonte sembra inclinarsi lentamente mentre loro scivolano di lato.
Tutta la casa si sta piegando come una nave che vira improvvisamente o come un ponte levatoio che...
Un ponte levatoio. La casa è su un ponte levatoio. La casa è il ponte levatoio.
Il tono grave del suono di una sirena segnala il passaggio dell'imbarcazione sotto di loro, poi, lentamente, la casa di adagia nuovamente nella posizione di riposo e aspetta.
Silenzio denso di indescrivibili veloci pensieri. Occhi negli occhi, smarriti.
Poi il lampo: gestire l'inevitabile!
I due sposi riprendono il giro della loro tenera abitazione e fantasticano. Gli amici che verranno, la loro sorpresa, l'invidia sulle labbra di alcune persone, l'originalità dell'esperienza, i mobili rizzati ai muri per non cadere, il tavolo fissato al pavimento con le posate a calamita, l'acqua che scorre qualche decina di metri sotto i loro piedi, la luce intensa che proviene dalla finestra del salone.

(elaborato da un sogno del 9/10)

Ma si stanno facendo andar bene quel che c'è, chiudendo gli occhi alla realtà e subendola, o stanno affrontando la vita dal verso giusto perchè imparano a valorizzare quello che hanno?
Posta un commento