sabato 4 ottobre 2008

Come si sceglie l'uomo più potente del mondo

Grande nazione gli Stati Uniti d'America che si apprestano a scegliere il presidente della Repubblica, l'uomo più potente della terra.
Sarebbe lecito aspettarsi delle valutazioni politiche ed economiche, un confronto sulle idee e sugli ideali (!), sugli interessi strategici.
Ed effettivamente, se si vanno a leggere i discorsi e gli interventi dei canditati presidenti e vicepresidenti, i contenuti ruotano attorno a questi temi.
Poi leggi i resoconti a tutta pagina di tutti i quotidiani, inclusi quelli on-line, e cosa ci trovi?
Il nodo della cravatta di Biden non era ben fatto, azzeccati i tacchi a spillo della repubblicana Palin, scelta dell'abito non adatta, il proprio bambino accarezzato teneramente davanti al pubblico...
Alla fine ti convinci che, siccome sono gli indecisi a far pendere l'ago della bilancia di qua o di là, i destini dell'umanità dipendono da una frase mal posta che diventa una gaffe o dalla capacità di fare share davanti ad una telecamera.

America non ci deludere, facci sognare, dai un colpo di reni, convincici che le scelte del governo si possono fare con la testa e non con il telecomando, se lo fai tu, magari poi lo facciamo anche noi.
Posta un commento