lunedì 27 giugno 2005

Parlando fra noi di matrimonio



La visione del film “CASOMAI” ha registrato una larga partecipazione di persone con una forte presenza giovanile.
Che l’argomento fosse di notevole interesse è confermato dal dibattito vivace e particolarmente stimolante che ne è seguito.
Abbiamo riassunto e riorganizzato tutti gli interventi della serata.
All’interno della vita di coppia esiste un cammino di crescita che inizia col giorno del “sì” e non finisce più, perché se è vero che come singoli cresciamo in continuazione fino all’ultimo respiro, è anche vero che come coppia cresciamo in continuazione.
Il matrimonio è una grossa sfida, tutta da giocare; contiene in sé dei momenti privati che riguardano solo gli sposi, ma non è per sua natura un evento privato, un fatto che riguarda solo i due.
E’ un impegno di fronte a tutta la comunità. Gli sposi contano su di essa ed essa conta sugli sposi. Per chi è credente, poi, ci si sposa in tre: quel giorno, invisibile ma reale, c’è anche Dio con la coppia e continua ad esserci sempre. Abbiamo tutti bisogno di confrontarci con altri, di condividere di parlare con qualcuno che ci aiuti o semplicemente ci faccia da specchio. Per questo è importante il ruolo degli amici, che, se sono veri, sostengono, danno buoni consigli, sdrammatizzano e riequilibrano.
Al contrario, possono invece essere causa di ulteriori problemi, se avvolgono la coppia nella nebbia delle chiacchiere fine a se stesse e dei pettegolezzi distruggenti, se si pongono come esempi negativi e la coppia guarda più a loro che all’interno di se stessa e del proprio potenziale.
E’ eroico che due persone possano restare insieme tutta la vita, anche quando la danza dei pattinatori si fa caduta, quando il gelo inaridisce e blocca, quando il dolore bussa forte. E’ eroico, ma noi pensiamo sia possibile, sappiamo che è possibile attraversare notti oscure e venirne fuori insieme, più forti, più adulti e anche, perché no, più felici.
Il matrimonio non è sempre solo dovere, fatica, lavoro, serietà, impegno, ma è anche passione, gioia, risata, buonumore, spensieratezza e ironia, è anche gioco, divertimento, tornare bambini.
Viene voglia di non rimanere inerti, di fare qualcosa per dare uno slancio alla famiglia, quella che sa superare tutti i possibili “casomai”.
Da una parte Leggi e politiche sociali, dall’altra una revisione personale e una condivisione fra coppie “nei dintorni di casa mia”.
Mariateresa e Enzo
Posta un commento