venerdì 29 dicembre 2006

POW Hawaii

Qualche giorno fa ho scritto un' e-mail all'università delle Isole Hawaii. Ho chiesto informazioni sui prigionieri italiani della seconda guerra mondiale. Tra cui papà Toledo.

Mi è giunta ieri una graditissima risposta che riporto in fondo.
Riassumendo, il contenuto riguarda il ritrovamento di un saggio scritto da uno studente del college che aveva il compito di sorvegliare, ogni giorno, quindici uomini che lavoravano alla
rimozione dei reticolati di filo spinato dalle spiaggie e dai terreni, in una zona chiamata Barbers Point a Oahu. Qualcuno di queste persone era italiano (senza fare nomi).
Due articoli della cartella riguardano ritagli di giornale e foto di un articolo del Maggio 1946 relativo alla cappella dedicata a Santa Francesca Cabrini. A quel tempo i prigionieri italiani erano già ripartiti e d erano rimasti solo i giapponesi. La cappella è stata poi distrutta.
Infine cita alcune statistiche relative ai POW (Prigionieri di Guerra):
Al 28 Luglio 1945 c'erano complessivi 4967 prigionieri a Oahu in sei differenti campi e ospedali, così distribuiti, 4863 nei campi da uno a cinque (Toledo era nell'uno), 6 nel campo cinque e 98 negli ospedali.
Al 16 Febbraio 1946, non c'erano più italiani.

Per chi vuole leggere l'e-mail integrale, segue testo.

Mr. Trichini,

I have looked through the card catalog for Hawaii War Records Despository and gone to the manuscript holdings listed. We have an essay written by a college student in 1946 who guarded Italian Prisoners of War as part of his military duty. He was responsible for fifteen men each day as they labored near Barbers Point on Oahu, clearing barbed wire from the beaches and
landing areas. He talks about a few Italian prisoners he guarded without naming any.

Two items in the holdings are newspaper clippings of an article and photograph of a chapel built by the Italian Prisoners of War in honor of Mother Francesca Cabrini. The newspaper article is dated May 1946. By that time the Italian POWs had departed Hawaii, and the prison compound held Japanese POWs. The chapel was closed up. It has since been destroyed.

Finally, I have statistics from the commanding officer of the POWs for two different dates: 28 July 1945 and 16 Feb. 1946. As of the former date, there were a total of 4,967 Italian POWs on Oahu, in six different compounds and the hospitals. Compound numbers one through five contained 4,863 of these prisoners, compound nine held 6 Italian prisoners, and 98 were in hospitals on Oahu. By the second date in February 1946, no Italian POWs remained on Oahu.

I have no information on Italian POWs held on Hawaii Island.

James Cartwright,

University Archivist
University of Hawaii
Posta un commento